mercoledì 3 settembre 2014

Trasformiamo le nostre città con i fiori!

Durante un mio recente viaggio attraverso l'Umbria, sono rimasta incantata nel vedere quasi ovunque splendidi allestimenti di piante e fiori che rendevano ancora più incantevoli sia i piccoli borghi che le città d'arte.
Le località sono già di per sè affascinanti e richiamano folle di turisti, ma queste decorazioni floreali le rendono ancora più suggestive.
L'Umbria è dunque una regione abitata in prevalenza da appassionati giardinieri?


In realtà ho scoperto che in molte località umbre la diffusione di piante e fiori è incoraggiata dalle amministrazioni comunali che invitano i cittadini ad abbellire borghi e paesi, promuovendo ogni anno degli appositi concorsi.


Chi si iscrive a questi concorsi, si assume l'impegno di abbellire l'esterno della propria abitazione, mantenendo il decoro floreale per tutta la stagione estiva, in genere dal 1° giugno fino alla fine di settembre


Non è necessario spendere una fortuna, le stesse amministrazioni comunali suggeriscono l'impiego di piante molto economiche e facilmente reperibili, come gerani e petunie anche se naturalmente ognuno è libero di scegliere i fiori e i colori che preferisce.
Quando un'abitazione si iscrive al concorso, di solito viene contrassegnata da un cartellino identificativo numerato


Durante la stagione un'apposita giuria effettua due sopralluoghi, verificando i parametri di valutazione come la varietà e la composizione delle piante, la combinazione dei colori, l'inserimento nel contesto urbano, fino alla qualità dei materiali dei vasi, dando la preferenza alla terracotta, piuttosto che alla plastica


In genere i premi per questi concorsi floreali consistono in buoni per l'acquisto di nuove piante e materiale per giardinaggio ma anche nell'assegnazione delle tanto ambite targhe di riconoscimento, che spesso i vincitori espongono orgogliosamente fuori dalle loro abitazioni.
Queste ad esempio le ho fotografate a Spello e sono delle deliziose mattonelle di ceramica dipinte a mano...


Piante e fiori si rivelano un mezzo poco costoso ma di grande effetto, in grado di trasformare lo scorcio di una finestra, di un edificio, di una via, rendendo più bella e ospitale la città.
Non possiamo pretendere che l'abbellimento dei luoghi in cui viviamo sia sempre compito 'degli altri'.
Non servono nemmeno allestimenti spettacolari, basterebbe solo che ognuno di noi si prendesse cura del proprio balcone o davanzale, rendendo più bella la propria abitazione e contribuendo nel contempo a rendere più gradevole l'ambiente che ci circonda.

E se questi semplici concorsi floreali riescono a suscitare una sana competizione tra cittadini o meglio ancora una collaborazione tra vicini di casa nell'abbellire la propria via e città, perchè non diffonderli in tutta Italia?


Ho continuato l'argomento in altri post, per vedere cosa si fa non solo in Italia ma anche all'estero per rendere più accoglienti le città con il verde.
Eccoli:
Dalla Francia: città e paesi in fiore 
Comuni fioriti: il concorso italiano 

 



2 commenti:

  1. Questa è veramente un'iniziativa fantastica!! E quelle targhe premio in mattonelle di ceramica sono deliziose,,,come dici tu, questi concorsi dovrebbero moltiplicarsi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero, sarebbe bello se lo facessero tutti i Comuni!
      Tra l'altro alle Amministrazioni comunali questi concorsi costerebbero poco o nulla perchè in genere i premi consistono in buoni acquisto per piante e materiali di giardinaggio rilasciati da garden center locali che sponsorizzano ben volentieri iniziative di questo genere!

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!