venerdì 19 settembre 2014

Dall'Orto Botanico di Amsterdam: la Serra delle palme

La Serra delle Palme è un'elegante architettura, uno degli elementi più rappresentativi dell'Orto Botanico di Amsterdam.
L'edificio risale al 1912 ed è ancora oggi utilizzato per il ricovero invernale delle piante.
Circa 150 specie, che durante l'estate si trovano all'aperto, ogni anno vengono trasportate al suo interno per trascorrere l'inverno.
Ecco perchè, visitando la serra delle palme durante la stagione estiva, si ha l'impressione di trovarsi in un luogo piuttosto...vuoto!
Qui infatti rimangono solamente quelle piante che, pur coltivate in tinozze, sono diventate troppo grandi per essere spostate oppure richiedono una particolare tutela conservativa


Tra queste c'è l'importante collezione di Cicadee, piante protette a livello internazionale, tra cui la rarissima Encephalartos woodii, ormai estinta in natura...


Come tutte le Cicadee, questa è una pianta dioica, cioè si tratta di una specie con fiori maschili e fiori femminili, portati su piante diverse.
Tutte le piante femminili di Encephalartos woodii sono probabilmente estinte e l'unica pianta maschile fu ritrovata nel 1895 in Sud Africa.
Fortunatamente si scoprì che la sopravvissuta emetteva polloni alla base e che, una volta tagliati, erano in grado di crescere come piante indipendenti.
Queste piccole piante furono poi distribuite nei vari orti botanici del mondo, dando così la possibilità di sopravvivenza all'Encephalartos woodii, anche senza le piante femmina.
E l'Orto Botanico di Amsterdam è proprio uno degli orti che contribuisce alla conservazione di questa specie.

L'altra palma degna di nota è l'Encephalartos altensteinii che ha la bellezza di 350 anni ed è la pianta più antica dell'Orto Botanico! 


Questa pianta faceva parte della collezione di Willem II Re d'Olanda e fu acquistata dall'Orto nel 1850.
Si tratta di un esemplare maschile ma a poca distanza nella serra c'è anche la pianta femminile di solo (si fa per dire) 200 anni.
E' possibile perciò ottenerne i semi che poi vengono distribuiti ai vari orti botanici nel mondo.

Le palme più piccole vengono cresciute in un armadio a vetri, che fa contemporaneamente da protezione, vetrina e incubatoio


Anche nella serra delle palme c'è un percorso sopraelevato, raggiungibile tramite una stretta scala a chiocciola


che permette di arrivare fin sotto la spettacolare cupola a vetri


e di camminare tra le cime di palme, ficus e filodendri


In questa serra infatti trovano spazio anche un Ficus macrophylla, un Ficus lyrata e un gigantesco Philodendron bipinnatifidum, che vive qui dal 1912


e che, con le sue lunghe radici aeree, ha creato una suggestiva tenda...


sotto la quale è stata collocata una panchina per godersi meglio lo spettacolo...


e intanto osservare anche il frutto, sezionato e conservato in una teca



Ecco tutti i post che ho dedicato all'Orto Botanico di Amsterdam:

Alla scoperta dell'Orto Botanico di Amsterdam
La serra delle farfalle e la pianta 'che-non-muore-mai' 
Un fossile vivente: la Wollemia nobilis 
La serra dei tre climi 
Una passeggiata nell'Orto Botanico 


Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!