martedì 29 luglio 2014

Un ricordo vivo delle nostre vacanze

Di ritorno da un viaggio o da una vacanza si ha spesso il desiderio di portarsi a casa un ricordo del luogo che abbiamo visitato e di souvenir ce ne sono davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche.
Di recente però ho scoperto una bella idea che arriva dal Salento, la splendida terra pugliese che si allunga tra il mar Adriatico dal mar Ionio.
Si tratta di un souvenir vivo da tenere per sè ma anche da portare in regalo e si chiama Minimed...


Minimed riproduce in un bonsai la flora mediterranea e ci consente di portare con noi nelle nostre città un pizzico della bellezza e del profumo del Salento.
In alcuni negozi selezionati della penisola salentina, a partire proprio dall'estate 2014, sono in vendita i bonsai Minimed da collezione, a scelta tra ulivo, mirto, cappero, fico e fico d'india.
Sarà però una collezione destinata ad ampliarsi con l'aggiunta ogni anno di nuove specie, rigorosamente scelte sempre tra la nostra flora mediterranea 


Ma non è finita qui...
Il bonsai è contenuto in una terracotta creata da maestri vasai locali che mantengono viva la tradizione del cotto salentino dipinto a mano.
L'entroterra leccese, ricco di cave d'argilla, è infatti da secoli il luogo di produzione di ceramica e terracotta 


Il progetto Minimed è stato ideato e sviluppato da Tunno Green Design un'azienda florovivaistica di Taviano in provincia di Lecce che, mantenendo salda la propria identità salentina e facendo tesoro dell'esperienza del vivaio familiare, ha saputo allargare la propria attività nel verde con professionalità e nuove idee.

Photo Credit: Tunno Green Design

2 commenti:

  1. Davvero una bella iniziativa quella di questa azienda florovivaistica! Spesso si torna a casa dalle ferie con dei souvenir superflui che trascorso qualche settimana, spesso finiscono in un angolo della soffitta.
    Le piante da giardino o da interno invece, se curate nel modo giusto, possono durare molto tempo e farci ricordare dei bei momenti passati ad esempio, come in questo caso, nella bellissima zona del Salento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa idea è piaciuta molto anche a me e per questo ho deciso di parlarne nel mio blog.
      Penso poi che si possa proporre, cambiando specie di pianta, come souvenir di ogni regione italiana.
      Ciao!

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!