giovedì 3 luglio 2014

Alla scoperta dei Giardini Perego di Milano

Li ho scoperti da poco, eppure si trovano proprio nel centro storico di Milano, tra la Scala e Brera.
Sono i Giardini Perego, il più piccolo parco di Milano.


Si tratta di un'area pubblica recintata di circa 4000 mq. ed è tutto ciò che rimane di un giardino storico risalente al 1700 appartenuto alla famiglia Perego di Cremnago.
Inizialmente era stato progettato come un giardino formale, con i classici parterre rettangolari, ma successivamente fu trasformato in un 'giardino all'inglese' per l'intervento dell'architetto Luigi Canonica e del capogiardiniere Luigi Villoresi, gli stessi ai quali si deve anche la trasformazione del Parco di Monza.


Il giardino oggi è una sorta di conca verde a prato, percorsa da vialetti ad anelli, con cespugli di azalee, rododendri e hosta, e circondata da alberi ad alto fusto, tra cui un imponente bagolaro (Celtis australis)


Al centro, oltre alle classiche altalene, si trovano dei curiosi giochi per i bambini, realizzati con tronchi d'albero.
Ecco due lumache da cavalcare...


un'automobilina...


un carrettino...


e anche una enorme ragnatela di corde...


Nei primi decenni del 1900 il Comune di Milano si accordò con la famiglia Perego per l'acquisizione del parco: su quell'area vennero costruite le strade cittadine e solo una piccola parte fu destinata a giardino pubblico.
La famiglia Perego tolse tutti i decori e le statue che ornavano il parco, lasciandone solo una che si trova proprio accanto all'area giochi.
E' la statua che raffigura il dio Vertunno, una divinità etrusca venerata anche dai Romani, che sorvegliava l'alternarsi delle stagioni e quindi, come la natura, era in grado di cambiare il proprio aspetto.


Dopo anni di trascuratezza, i Giardini Perego devono la loro nuova vita a Orticola di Lombardia che, con i proventi dei biglietti d'ingresso alla omonima manifestazione milanese, ha iniziato nel 2005 la riqualificazione dell'area pubblica, provvedendo all'impianto di irrigazione, alla piantumazione e all'inserimento dei giochi.


I Giardini Perego si trovano a Milano, in via dei Giardini e nel periodo estivo sono aperti dalle 7 alle 22 (in altri mesi la chiusura è anticipata). 

6 commenti:

  1. Ogni parco, in qualsiasi città, è sempre un polmone benefico. Considerando l'aria che si respira a Milano (e non solo a Milano), ogni iniziativa di salvaguardia è sempre lodevole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è pure un frequentatissimo campo giochi :-)
      Mi capita spesso di sentire qualcuno lamentarsi del prezzo del biglietto di ingresso ad Orticola, magari ignorando la finalità filantropica del ricavato.
      Orticola di Lombardia è infatti un'associazione senza fine di lucro che da parecchi anni contribuisce con progetti concreti al miglioramento del verde pubblico, oltre a promuovere iniziative socio-culturali.

      Elimina
  2. nulla sapevo, nè dell'uso dei proventi di orticola (e non lo sospettavo) nè dei giardini Perego. Mancanza gravissima, ci vado appena possibile, forse già questo sabato, anche perchè volevo tornare all'orto botanico di Brera! Incredibile quanto poco conosca ancora Milano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vai all'Orto Botanico di Brera (io ci sono stata la scorsa settimana, pensa te...) sono rimaste aperte solo l'entrata attraverso il cortile di Palazzo Brera oppure quella di via Fratelli Gabba.
      Ecco, se entri da quest'ultima, passi proprio da via dei Giardini.

      Elimina
  3. Sono seduto in questo momento su una panchina a leggere e alla mia sinistra e destra gruppi di ragazzi si ammazzano di canne... Bello è bello ma la Milano bene rovina un po' l'atmosfera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I ragazzi che si ammazzano di canne purtroppo ci sono ovunque, non solo nella Milano bene :-(

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!