martedì 8 luglio 2014

Una casa di legno in montagna? Sì, ma firmata dall'archistar!

Mi trovavo in Svizzera a St. Moritz ed ecco che, in mezzo a lussuosi alberghi, case d'epoca e chalet mi è apparsa questa stranissima costruzione...


C'è chi la chiama 'Ufo', chi 'Casa zucca', ma a me sembra più una gigantesca arachide appoggiata su pilastri di acciaio che la tengono sollevata da terra.


In realtà questa bizzarra costruzione, edificata nel 2004, si chiama 'Chesa Futura' (Chesa in lingua romancia significa 'Casa') e porta la firma di Lord Norman Foster e del suo team progettuale 'Foster & Partners'.
Si tratta in pratica di un condominio di tre piani, dotato di due livelli sotterranei per le auto.
L'edificio è completamente rivestito da 'tegole' di larice, un albero tipico dell'ambiente alpino, lavorate da artigiani locali e incastrate tra loro senza giunti.
La parte superiore della facciata, ovvero quella maggiormente esposta alle intemperie, ha già cambiato colore, come era previsto dal progetto per meglio integrarsi nel paesaggio circostante.
 

Il lato che ho fotografato è quello visibile dalla strada ed è rivolto a nord e quindi è il più freddo.
Per questo motivo, la facciata da questa parte è completamente chiusa per evitare perdite di calore e le lastre di vetro hanno il solo scopo di lasciar filtrare la luce.
Sul lato esposto a sud invece ci sono ampie balconate coperte che si affacciano sulla valle e sul lago di St. Moritz.
L'interno naturalmente è  iper-tecnologico e all'avanguardia, come del resto ci si aspetta da un architetto che ha contraddistinto la propria attività con l'High-Tech.
 

Lo stesso Norman Foster si è tenuto un appartamento proprio qui, all'ultimo piano.

Se vi state chiedendo come sono le case del circondario, ecco ad esempio quella dei vicini...


Se da un lato Chesa Futura appare come un'innovazione nello scenario della tradizionale architettura dell'Engadina, in realtà è l'esaltazione in chiave moderna delle tecniche utilizzate da secoli per la costruzione delle case di montagna.

Cosa ne pensate, ma soprattutto...vi piace?

7 commenti:

  1. A me piace. Ma vorrei capire come è collocata. Se un po' isolata, penso sia una vera bellezza. Se invece si trova in un contesto di case tradizionali, probabilmente stona parecchio. Non per niente il compito più difficile dell'architettura di recupero è proprio quello di mescolare vecchio e nuovo in sintonia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa casa si trova in mezzo ad altre case tutte tradizionali, proprio come quella che ho mostrato apposta in fondo al post ;-)
      Non si trova dunque in uno spazio aperto ed è anche a ridosso della strada, con recinzione e cancello con citofoni, proprio come un normalissimo (si fa per dire...) condominio.
      Io l'avrei vista meglio in uno spazio aperto, in mezzo a un prato ma anche in mezzo a una pineta, sicuramente non circondata da casette tipiche engadinesi...ma io non sono un'archistar e probabilmente certe avanguardie architettoniche per me sono solo...stranezze :-D

      Elimina
  2. insomma ... una "star" provocazione? una star esagerazione? Comunque roba da star

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roba da St. Moritz! :-D
      Tra l'altro ho letto che nel progetto erano previsti 12 appartamenti ma, al momento dell'acquisto, sono talmente piaciuti che ogni cliente ne ha acquistati due!!!!
      Sarà vero?
      Il citofono comunque riporta 8 campanelli ma solo 5 hanno un nome sull'etichetta e le altre 3 sono in bianco.

      Elimina
  3. A me non piace,sembra un palazzetto dello sport a forma di fagiolo, chissà i vicini di casa cosa pensano della Chesa Futura, forse troppo "futura"!! Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente gli appartamenti saranno bellissimi, lussuosissimi e tecnologicamente all'avanguardia, con una vista spettacolare sulla vallata ma...sempre arachide o fagiolo rimane, anche se firmato da Norman Foster :-D
      ciao!

      Elimina
  4. Buon lavoro ... luogo unico e interessante ... continuate così ... in attesa per ulteriori aggiornamenti.
    case di legno

    RispondiElimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!