lunedì 16 giugno 2014

Scene di un matrimonio a Perugia

L'Italia è un Paese meraviglioso, tutto da scoprire.
Quando riesco a fare la turista, oltre a visitare città d'arte e musei, mi piace osservare anche le piccole e grandi cose di vita quotidiana.
Questa settimana perciò vi racconterò le mie personali scoperte dal mio recente giro motociclistico dell'Umbria. 
A Perugia ad esempio, ho assistito a un matrimonio molto suggestivo...

Mi trovavo nella bellissima piazza che ospita le due testimonianze storiche più importanti della città, la Fontana Maggiore e il Palazzo dei Priori, quando è arrivata una Volkswagen bianca che portava sul cofano un bellissimo bouquet di fiori bianchi.
Pensavo scendesse una sposa e invece ne è sceso...uno sposo con tanto di bouquet in mano!



Accompagnato da parenti e amici, lo sposo ha raggiunto la balconata del maestoso Palazzo dei Priori per attendere l'arrivo della sposa in una piazza affollata da turisti


Con un po' di sfacciataggine l'ho raggiunto anch'io perchè volevo osservare da vicino il suo bouquet e lo sposo, tra il divertito e il sorpreso, me lo ha gentilmente lasciato fotografare.
Eccolo...


Un semplice ed elegante hand-tied bouquet di rose, ortensie e bouvardia, legato da un lungo nastro di raso bianco


Sì, lo so, la mia curiosità è davvero senza limiti e così mi sono intrufolata pure nella sala comunale allestita per la cerimonia e decorata con un'unica composizione floreale posta sul tavolo, sulla quale però preferisco non esprimere commenti...


All'uscita, al posto del beneaugurante riso, c'era un vassoio con petali rossi e bianchi...


Dopo aver accuratamente controllato tutto, sono tornata in piazza ad aspettare anch'io la sposa che è arrivata...in taxi!
Dalle mie parti, l'auto decorata di fiori spetta alla sposa che raggiunge la chiesa tenendo già in mano il suo bouquet, ma ogni luogo ha le proprie usanze.
In ogni caso, salire l'imponente gradinata a ventaglio di Palazzo dei Priori con un abito bianco dal lungo velo a strascico, è senza dubbio per una sposa un ingresso molto scenografico e di grande effetto, quasi principesco direi...


Non ho atteso il termine della cerimonia e ho continuato il mio giro da turista ma, nella via accanto, ho incrociato un'altra sposa che stava festeggiando il suo matrimonio in maniera molto informale in un bar...


L'atmosfera era molto rilassata, ma mi ha colpito che la sposa tenesse ancora tra le mani il suo bouquet, composto unicamente da semplicissime margherite bianche.

E il viaggio continua...

2 commenti:

  1. la tua curiosità mi mette proprio allegria :) Grazie del post / fra tutti quanti li ho riconosciutiiiiii /son rose bianche e parlano d'amore/ e poi non ricordo più le parole !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte mi ritrovo a fare cose che solo qualche anno fa mai avrei osato fare... :-D
      Però le rose della canzone erano rosse, eh!
      ciao ciao

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!