giovedì 19 giugno 2014

L'Umbria vista con gli occhi di una giardiniera

L'Umbria è un concentrato di arte, cultura, spiritualità, storia e archeologia ma...non ho intenzione di raccontarvi niente di tutto ciò.
Certo, ho visitato e ammirato tutte le classiche mete turistiche, ma preferisco mostrarvi quello che ho visto attraverso il mio sguardo da...giardiniera!

Di Assisi, ad esempio, vi mostro solo questo angolo decorato con pelargoni.
Mentre li stavo fotografando, dal portone della Casa delle Suore Francescane è uscita un'anziana suora e, dopo essermi complimentata con lei per lo splendido allestimento, le ho chiesto come faceva ad innaffiare le piante...


'E' facile' -mi ha risposto gentilmente- 'Mi affaccio alla finestra e innaffio tutto con il getto della canna dell'acqua!'.
Se passate da quelle parti perciò...meglio non sostare troppo a lungo sotto le finestre!

Piante e fiori sono parte integrante dello scenario dei suggestivi borghi e paesi umbri... 


e donano una nuova freschezza agli edifici provati dal tempo...


Anche chi dispone di abitazioni più recenti però dà il suo contributo per abbellire la città e un tradizionale balcone permette grandi composizioni floreali...


ma bastano anche solo due piccoli davanzali per creare bellissime cascate vegetali lussureggianti...


La posizione arroccata di molti paesi umbri ha creato luoghi davvero suggestivi, con viuzze ripide e strette in mezzo a case vicinissime tra loro.
Di conseguenza in questi luoghi i giardini privati sono praticamente inesistenti.
Basta però salire su un campanile, una torre o in cima a una rocca per scoprire piccoli e intimi terrazzi nascosti tra i tetti e raggiungibili con ripide scalette...


Le scale però sono anche un ottimo luogo dove esporre piante e fiori, tra vicoli e stradine...


o meglio ancora, sulla scala che conduce all'ingresso di casa...


Un'ampia gradinata a ventaglio un po' sbrecciata dal tempo si trasforma così in un lussureggiante ingresso...


e anche una anonima scala di recente costruzione diventa subito più interessante... 


ma su queste scale a volte basta davvero poco per creare un bell'effetto, se scelto e disposto con cura...


Nella tarda primavera il Trachelospermum jasminoides, conosciuto pure come falso gelsomino, è in fiore praticamente ovunque e anche in Umbria l'ho visto utilizzato a piene mani.
Del resto è un sempreverde, molto adattabile e di facilissima coltivazione... 


che cattura inevitabilmente l'attenzione con i suoi densi e profumatissimi cuscini


L'ho visto crescere perfino in piccole buche scavate tra le pietre dell'acciottolato, in compagnia di una rosa.
E sembravano pure felici...


Qui è stato utilizzato per ricoprire l'ultimo tratto di ringhiera, creando un piccolo arco di passaggio che spezza visivamente la lunga e interminabile scala


Se questi scorci fioriti vi sono piaciuti, vi aspetto qui anche domani per mostrarvene altri...


5 commenti:

  1. Guarda Luisella, mi hai colpito nel cuore, mamma è umbra, e in questa terra uno potrebbe veramente decidere di viverci.....per ora troppo lontana ahime! Foto bellissime che fanno emozionare! Dopo averle viste sarà sicuramente una buona giornata! E la auguro anche a tutte voi che passate di qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Oriana!
      E chissà, magari un giorno scriverai il tuo blog proprio dall'Umbria, con altre prospettive...
      Buona giornata anche a te!

      Elimina
  2. A dimostrazione che anche un piccolo balcone, adeguatamente ornato di verde e di fiori, può diventare un grande balcone ! Bella l'Umbria, sempre ricca di fascino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi, secondo me, ornare di fiori un balcone o solo un piccolo davanzale è un piacere per chi abita la casa ma è anche un modo per prendersi cura del proprio paese, abbellendolo.
      Basterebbe che ognuno di noi mettesse una piantina alla finestra...

      Elimina
  3. mi piace, e condivido, soprattutto il tuo "sguardo da giardiniera". Poi apprezzo enormemente le cose che hai fotografato. Mi piacciono la cura sottesa a questi risultati. Ci vedo tante cose, far cui la speranza per il futuro. Ma questo lo vedo io, magari poi si tratta solo di ... ma che ne so? Ognuno ci veda ciò che vuole. Grazie delle foto, per un attimo ero lì con voi. Pensa te ... !!!!

    RispondiElimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!