lunedì 30 giugno 2014

Dalla Brianza, un matrimonio di fine giugno

Gli allestimenti floreali di un matrimonio mi affascinano molto e mi piace osservarli con attenzione, ancora più delle mise delle invitate e perfino dell'abito della sposa!
Oltre alla scelta dei fiori e dei colori, che rivelano il gusto e la personalità della sposa, mi piace osservare come i floral designer ne integrino la disposizione nelle differenti tipologie di ambiente.


Qualche giorno fa ho assistito a un matrimonio in una chiesa della Brianza risalente al 1800, adorna di affreschi, statue e arredi lignei.
La decorazione della lunga navata centrale è stata risolta con l'inserimento di due alti piedestalli bianchi di linea pulita ed essenziale, posti in prossimità dell'ingresso.


In questo modo, con solo due allestimenti ad altezza dello sguardo, il decoro floreale pur composto da una semplice corona di rose color salmone, gigli, gypsophila e Pittosporum tenuifolium, prendeva il giusto risalto su un ambiente già ricco di per sè.




Il transetto che divide la navata centrale ha delimitato invece l'area riservata agli invitati e due belle composizioni, adagiate su foglie di Fatsia japonica, decoravano la balaustra marmorea, insieme a originali portacandele di foggia floreale.


 Sui banchi degli invitati, mazzi di rose, gypsophila e Asparagus plumosus, avvolti da foglie di aspidistra


Alle spalle degli sposi, la nota di colore delle rose tra gigli, gypsophila e Lisianthus bianchi.



Gli stessi fiori sono stati scelti anche per decorare il presbiterio, sia in composizioni da appoggio...


sia per i due vasi bianchi, la cui altezza li rendeva ben visibili anche dal fondo della chiesa


Ed ecco la chiesa, pronta ad accogliere gli sposi e gli invitati...


Pronte le bottoniere per i testimoni...


pronti i cesti con riso e coriandoli e le coccarde per gli invitati


pronte anche le damigelle d'onore con i loro graziosi bouquet.
Solo gypsophila e rose per la più piccola...


mentre per la damigella più grande il bouquet era più importante, con rose e lisianthus avvolti in un giro di foglie di Hosta


Restava solo da scoprire il bouquet scelto dalla sposa...
Ed eccola infine arrivare, con un classico hand-tied bouquet che mi ha un po' sorpreso.
Si presentava infatti molto semplice e compatto, composto solo da rose e peonie scelte però in boccioli ancora molto serrati e contornati unicamente da foglie di hosta.


Il nastro di tulle a pois riprendeva il motivo della stola che avvolgeva le spalle della sposa.


Congratulazioni a Silvia e Filippo ai quali auguro di cuore tanta felicità!



Volete vedere le foto di altri matrimoni?
Le trovate qui:
Un matrimonio di fine agosto 
Scene di un matrimonio a Perugia


2 commenti:

  1. Ciao.
    Vorrei ringraziarti per aver scritto questo articolo.
    Le foto sono bellissime.
    Grazie al tuo articolo abbiamo un bel ricordo delle decorazioni delle chiesa e di tutti i bouquet!
    Grazie!
    Silvia e Filippo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi, Silvia e Filippo!
      Un grande abbraccio!
      Luisella

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!