giovedì 26 giugno 2014

Ancora giardinaggio da...marciapiede!

L'altra mattina, andando a un appuntamento a Desio e conoscendo pochissimo la città, mi sono persa nelle vie della periferia di questa località della Brianza.
Il contrattempo però mi ha permesso di fare una delle mie scoperte di giardinaggio urbano o meglio, di giardinaggio da marciapiede, come mi piace definirlo...


Questa lunga aiuola si trova sul suolo pubblico, compresa tra il marciapiede e una proprietà privata ma la piantumazione e la manutenzione sono quasi certamente opera di un privato cittadino di buona volontà.
Accanto al muretto di recinzione corre la fioritura viola di Lampranthus, una succulenta strisciante e sempreverde, mentre il resto del terreno è ricoperto da Sedum acre, una rusticissima tappezzante che proprio in questo periodo si ricopre di fiori gialli stellati


Il Lampranthus generalmente non tollera temperature al di sotto dei -5° ma ultimamente lo vedo sempre più spesso utilizzato qui in Brianza senza troppi problemi, accostato a muretti e in posizioni decisamente soleggiate, condizione indispensabile alla pianta per fiorire.
Il Sedum acre invece resiste tranquillamente anche a temperature più rigide.
Entrambi poi hanno un'ottima resistenza a prolungate siccità estive: sono perciò due ideali tappezzanti a zero manutenzione!


Tra queste succulenti si sono inserite anche piccole colonie di Oxalis , una piantina certamente spontanea e infestante ma che in questo contesto ci sta pure bene con i suoi fiorellini gialli.


L'inserimento di tre cespugli sempreverdi di Berberis, di un bosso e di una Mahonia mi sembrano un po' casuali ma il fogliame rosso cupo delle Berberis crea un bel contrasto cromatico con il tappeto verde acido del Sedum acre che nei paesi anglosassoni viene comunemente chiamato gold moss Sedum (Sedum muschio d'oro).
Trovo invece molto indovinato l'inserimento di alcuni Sedum spectabile che ingrandendosi con il passare degli anni diventeranno ancora più belli e decorativi.


Si tratta di un Sedum erbaceo, cioè che dissecca la parte aerea durante la stagione fredda, ma rusticissimo e che quindi rispunta puntualmente ogni primavera per fiorire nella tarda estate e rimanere decorativo fino all'autunno.

Apprezzo molto le realizzazioni casalinghe e un po' naif di questo genere, perchè dimostrano che basta davvero poco per rendere più gradevoli i nostri ambienti cittadini. 

Altri esempi di giardinaggio da marciapiede:
Una bella aiuola a Biassono 
ma anche:
Fiori spontanei tra i marciapiedi di città 


3 commenti:

  1. Che bella questa aiuola! Che il sedum acre possa resistere a temperature più basse di -5 gradi posso confermarlo :) Qui in Svezia resiste benissimo, almeno nel sud.

    RispondiElimina
  2. ...a due passi da casa ;-)
    Qualcosa di bello in questa città c'è!
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcosa di bello o interessante si trova sempre e ovunque...basta saperlo vedere :-D

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!