martedì 27 maggio 2014

Quando la fantasia entra in giardino, la siepe diventa un drago!

Spesso affidiamo alla siepe un ruolo gregario nel nostro giardino: considerata alla stregua di una cornice, certamente una protezione indispensabile per la nostra privacy o, nella migliore delle ipotesi, uno sfondo che dia risalto ad altre piante, vere protagoniste dei nostri spazi verdi.

Ma, come nelle fiabe, può capitare che una Cenerentola si trasformi in principessa o magari, perchè no, in un...drago!
Guardate un po'...


L'autore di questa incredibile scultura verde si chiama John Brooker, un giardiniere che vive in Inghilterra, a Norfolk per la precisione, dove ha trasformato la siepe del suo giardino in una vera e indiscussa protagonista.


Nel caso qualcuno si sentisse ispirato da questa potatura artistica e volesse replicarla nel proprio giardino, mi sento in dovere di informarlo che questa siepe richiede al signor Brooker l'impegno di ben 4 ore di manutenzione tutti i giorni!


A questo punto però mi piacerebbe molto vedere il resto del suo giardino...


Le foto che ho utilizzato nel post sono del fotografo Damien McFadden e questo è il sito da cui ho tratto la notizia.

3 commenti:

  1. Originale, non c'è dubbio ! A dir la verità io non amo molto l'arte topiaria perchè mi sembra una forzatura. Secondo me una pianta è una pianta e non deve diventare un'altra cosa. Però, devo ammettere, che questa siepe è anche simpatica. Come mi sembra simpatico il suo creatore. Sicuramente è un tipo costante, considerato lo sforzo per la manutenzione. Questa siepe sarà il suo orgoglio e chissà quante altre meraviglie custodirà il suo giardino. . . Sarebbe interessante poterle scoprire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sarei curiosa di vedere il suo giardino...ma magari non sarà un granchè, se tutto il suo lavoro è riservato a questa siepe! :-D

      Elimina
  2. Fanastico!!!!! che lavorone. 4 ore al giorno per la siepe è un bel lavorone ma il risultato è stupefacente!

    RispondiElimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!