mercoledì 21 maggio 2014

Dal Roseto di Monza...ricordando Grace di Monaco

Il Roseto di Monza ha un legame particolare con l'indimenticata Principessa Grace di Monaco.
Nel 1970 è stata infatti la madrina del Concorso per Rose Nuove di quell'anno e la sua presenza ha certamente contribuito a dare una risonanza internazionale al Roseto di Monza.

Photocredit: Visit Monaco

Di certo nella vita della Principessa i fiori erano una presenza costante, basti pensare a quanti bouquet può aver ricevuto per ogni evento o impegno ufficiale.
In verità i fiori erano per Grace di Monaco una vera passione ed in particolare amava molto le rose.
Questo fiore è anche protagonista di una tradizione del Principato di Monaco, ovvero il 'Ballo della Rosa',  un evento mondano attraverso il quale vengono ancora oggi raccolti fondi per le varie associazioni benefiche da lei fondate e presiedute.

Il suo interesse per la flora si è espresso anche in composizioni artistiche di fiori pressati che firmava semplicemente con la sigla GPK (Grace Patricia Kelly).


Photocredit: Visit Monaco

E' stata poi la fondatrice del Garden Club di Monaco ma anche l'autrice del libro 'My Book of Flowers' dove ha raccontato la sua passione per i fiori, rivelando le tecniche utiizzate per essiccarli.

Nel Principato esiste un roseto che porta il suo nome, il 'Princess Grace Rose Garden', espressamente voluto dal Principe Ranieri dopo la prematura e tragica scomparsa della moglie.
Il roseto a lei dedicato si trova all'interno del Parco Fontvieille, occupa una superficie di oltre 2300 mq e raccoglie le rose giunte da tutto il mondo, inviate da collezionisti, ibridatori e amici della Principessa.
In occasione del trentesimo anniversario del roseto, che cade proprio quest'anno, sono in corso dei lavori di ampliamento che aumenteranno l'area riservata alle rose di altri 1500 mq.
Il roseto verrà riaperto al pubblico il prossimo mese di giugno, al termine dei lavori durati circa un anno.

L'ibridatore francese di rose Meilland ha dedicato due rose alla Principessa: la 'Grace de Monaco' nel 1956, anno del suo matrimonio e successivamente nel 1981 la 'Princesse de Monaco'.

Quest'ultima rosa è presente anche nel Roseto di Monza, nella bordura del vialetto centrale.
Eccola...


 E' un ibrido di tea piuttosto basso ma molto rustico e resistente alle malattie. I fiori, dal profumo leggero e dalla rifiorenza continua, durano molto a lungo anche da recisi e hanno un gran risalto tra le foglie scure e lucide.


Nel Roseto di Monza c'è poi un'altra rosa legata al Principato di Monaco: la 'Jubilée du Prince de Monaco', anche questa ibridata da Meilland...


una rosa non profumata, a rifiorenza continua e abbondante, molto appariscente e insolita.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!