domenica 25 maggio 2014

Dal Roseto di Monza...Premiazioni annullate!

Per la prima volta nella storia del Roseto di Monza, le premiazioni dei Concorsi Internazionali sono state annullate!
I sospetti della dottoressa Tina Ponzellini hanno quindi trovato conferma: i conteggi delle votazioni erano errati per colpa, pare, di un nuovo software.
Nei prossimi giorni si procederà a ricontare i voti e quindi alla nuova proclamazione delle rose vincitrici.
Nel frattempo nel Roseto sono state ritirate le targhe rosse poste accanto alle rose premiate.
Solo una targa è rimasta al suo posto, quella della 'Rosa Profumata', che venerdì ha ricevuto il premio 'Corona della Regina Teodolinda' e che, a quanto pare, è l'unico a rimanere confermato.


La rosa con il miglior profumo del 2014 è dunque la nr. 28, una HT dalla denominazione varietale MEIrivdere di Alain Meilland.


Nella foto, che avevo scattato venerdì dopo la cerimonia di assegnazione dei premi, si vede proprio l'ibridatore francese accanto alla sua rosa.

Durante la cerimonia di premiazione, gli esperti profumieri Philippe Sauvegrain e Maurizio Cerizza avevano descritto il profumo di questa rosa "floreale di rosa damascena, fruttato con aroma di cassis e ribes nero, con note di testa agrumate di bergamotto"
Avevano inoltre sottolineato che, nonostante la pioggia dei giorni precedenti, il profumo era rimasto quasi intatto.
Era stata anche evidenziata una similitudine col profumo di un'altra rosa precedentemente presentata ai Concorsi di Barcellona che però richiamava il "floreale di rosa centifolia, anzichè damascena".
Insomma, una valutazione da veri 'nasi' profumieri!   

Certo che, davanti alla Giuria Internazionale d'eccezione invitata per festeggiare la cinquantesima edizione dei Concorsi di Monza, abbiamo fatto davvero una figura...mondiale! 


Grazie a Daniela Di Matteo per il tempestivo aggiornamento di informazioni nel suo blog Fiori & Foglie
 

4 commenti:

  1. Che peccato quando succedono queste cose! Immagino che la maggior parte degli ibridatori sia già tornata a "casa" ed assegnare un premio in ritardo e non poterlo ricevere "in diretta" non è certo così emozionante. Forse ora c'è la speranza che alcune delle rose da noi votate prendano un premio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, non sarà la stessa cosa, soprattutto non si potrà replicare l'organizzazione dell'evento :-(
      Ti assicuro però che tra gli addetti ai lavori c'era molta insoddisfazione e qualcuno (non faccio nomi) era anche molto arrabbiato!
      Ora però...giustizia sarà fatta! :-)

      Elimina
  2. Risposte
    1. Io l'ho annusata ben bene e pure in presenza di Alain Meilland che era ansioso di sapere se mi piaceva il profumo della sua rosa!
      Naturalmente, per educazione, gli ho detto di sì...
      In realtà io tutta quella roba lì che hanno descritto, non l'ho sentita ma ovviamente io non sono una esperta profumiera :-D
      Sapeva molto di quel tipico profumo limonoso che hanno alcune rose e che, a dir la verità, mi piace poco.

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!