mercoledì 2 aprile 2014

Un orto ornamentale a Milano

Qualche settimana fa ho trovato a Milano un particolare orto ornamentale...


Questo curatissimo orto, dove non c'è nemmeno un sassolino fuori posto, affianca il vialetto d'ingresso a Villa Necchi Campiglio, una casa-museo di proprietà del Fondo Ambiente Italiano.


La lunga striscia di terreno è frazionata in parcelle: c'è quella coltivata a verze, una a finocchi, un'altra contiene solo piantine di Rumex sanguineus, altre invece al momento sono ancora vuote.
A fare da sfondo ci sono alcuni alberi da frutto coltivati a spalliera contro il vecchio muro di mattoni ma ho visto anche qualche cespuglio di lamponi...


Insomma, per essere l'ingresso che porta a una delle più eleganti ville di Milano, si tratta di un'accoglienza piuttosto insolita!


Poichè un cartello posto all'entrata invitava ad 'adottare' uno dei piccoli orti, ho chiesto informazioni sull'iniziativa ed ecco cosa ho scoperto...


Per adottare una singola parcella è richiesto il contributo di ben 15.000 (lo scrivo anche in lettere, sono proprio quindicimila, non mi è scappato qualche zero per sbaglio) euro!


Il donatore avrà la soddisfazione di vedere il proprio nome su una targa posizionata all'ingresso e riceverà in cambio ortaggi freschi per tutto l'anno che, mi auguro, siano qualcosa di più di quelle quattro piantine di verdura che ho visto!
Mi è rimasto però un dubbio: i 15.000 euro saranno una donazione annuale o permanente?
Al banco informazioni non hanno saputo rispondere...

 
Ho già dedicato un post anche al giardino di Villa Necchi Campiglio.
Lo trovate QUI   



4 commenti:

  1. insomma ... mmmhhhh ... mi hai lasciata così ! Perplessa. Grande Milano !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma pensa come saranno buone quelle verdure!
      Per quella cifra però me le devono far consegnare da Carlo Cracco in persona, che poi si ferma pure a cucinarmele! :-D

      Elimina
  2. Sicuramente gli abitanti di Biassono hanno più fantasia e più cura delle loro aiuole !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E soprattutto non chiedono 15000 euro! :-D

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!