lunedì 28 aprile 2014

Table: l'evoluzione dell'uomo raccontata attraverso il cibo

Immaginate una tavola imbandita lunga oltre 10 metri dove per ogni commensale è stato preparato un diverso menù...


E' ciò che troverete se visitate 'Table' la mostra allestita in questi giorni all'Arengario di Monza.
Attraverso i 28 differenti menù, che rappresentano i pasti tipici dalla Preistoria a oggi, si percorre in realtà la storia dell'Uomo.
E così attorno al tavolo siedono idealmente tutti gli Uomini, a cominciare dall'Uomo del Paleolitico, che non è ancora un abile cacciatore e dunque mangiava molta meno carne di quello che immaginiamo.
Era infatti un esperto raccoglitore di tuberi e radici, frutta e uova, e le sue proteine provenivano principalmente da pesci, insetti e animali morti...


Sul lato opposto della tavola, proprio di fronte a lui, sediamo noi, Uomini del 2014 con cheeseburger e sushi, filetto di manzo e pizza, frutta esotica e salse, il tutto proveniente magari da paesi molto distanti da noi e la cui produzione genera un forte impatto ambientale...


Ciascun menù è ben raccontato da una locandina esplicativa, posta sullo sgabello davanti a ogni pasto, attraverso la quale veniamo a conoscere come si sono modificate le nostre abitudini alimentari nel corso dei secoli.
A questa tavola siedono pure popoli antichi come Egizi, Romani, Fenici, Etruschi, Babilonesi e se oggi noi rivalutiamo la dieta mediterranea, loro invece consideravano molto salutare la dieta cretese che, strano a dirsi per un popolo che viveva su un'isola, in realtà prevedeva raramente il consumo del pesce


Questo lungo viaggio alimentare rispolvera anche ricordi di anni molto recenti.
Ecco allora il menù tipico degli anni '50, gli anni del miracolo economico e del consumismo, della diffusione del frigorifero in tutte le case, dei fast-food e dei supermercati.
E che dire di questo menù rappresentativo degli anni '80, ricco di panna ma che nasconde in realtà impressionanti sprechi alimentari?


Il 2014 è stato dichiarato dal Parlamento Europeo l'Anno di lotta agli sprechi alimentari, ponendo l'obbiettivo di ridurli del 50% entro il 2025, e anticipa il tema prefisso dall'Expo 2015 di Milano che riguarda proprio la nutrizione.
Sulle pareti della sala che ospita l'installazione si leggono citazioni significative sul cibo, documenti esplicativi ma anche piccoli consigli di buonsenso...


oltre a dati che invitano a riflettere...


La mostra 'Table' è stata realizzata dall'Assessorato alle Politiche Culturali di Monza, in collaborazione con Wood*ing (un'organizzazione che indaga le infinite possibilità del cibo selvatico) e con il patrocinio di Expo Milano 2015.
E' visitabile fino all'8 giugno 2014 all'Arengario di Monza, in piazza Roma
da martedì a venerdì dalle 15 alle 19
sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19
L'ingresso è libero.

E se salendo le antiche scale di pietra dell'Arengario vi imbatterete in rifiuti o scarti alimentari...


non arrabbiatevi, pensando alla maleducazione dei visitatori che vi hanno preceduto...sono delle piccole ma molto realistiche anticipazioni della mostra che vi aspetta al piano superiore!


Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!