martedì 29 aprile 2014

Petite escargot blanc, ovvero...anche in Francia le lumache creano problemi!

Quando la scorsa settimana vi ho raccontato del metodo usato dai giardinieri inglesi per liberarsi dalle lumache, mi sono ricordata di quello che avevo visto la scorsa estate durante un mio viaggio in Francia.


Attorno a Moustiers-Sainte-Marie avevo notato la presenza di piccole chiocciole bianche attaccate in cima ai cespugli di rosmarino che circondavano il nostro albergo



Dapprima non avevo dato importanza alla cosa ma, girando in lungo e in largo per la Provenza, le ho notate praticamente ovunque.
A volte mi pareva di vedere dei campi di fiori bianchi ma, osservandoli a distanza ravvicinata, quei 'fiori bianchi' erano in realtà tante piccole chiocciole su steli quasi del tutto secchi.
Addirittura c'erano zone dove queste colonie di chiocciole rivestivano completamente cancelli, pali e segnali stradali...davvero impressionante!


Anche in Camargue, quindi a parecchi chilometri di distanza e in un ambiente morfologicamente molto diverso dalla Provenza, avevo visto assembramenti di chiocciole arrampicate sui pali.
L'unica diversità era il colore del guscio, marroncino striato di grigio, anzichè bianco


Incuriosita e sinceramente anche un po' schifata, avevo chiesto informazioni al riguardo in hotel ma tutti sembravano minimizzare la cosa.
Una volta tornata a casa però ho fatto una ricerca su Google, inserendo le parole 'petite escargot blanc' e...ho scoperto che i miei problemi con le lumache non sono nulla rispetto a quello che devono affrontare i giardinieri provenzali!


Nei forum di giardinaggio francesi infatti molti utenti raccontavano di assistere impotenti a massicce invasioni di piccole lumache bianche durante l'estate.
Oltre a scambiarsi i vari rimedi casalinghi per eliminarle con trappole a base di birra, acqua salata ma anche di bucce d'arancia e pompelmo, c'era pure chi proponeva ricette per...mangiarsele!!!!
In ogni caso si tratta di un problema piuttosto serio, presente in Provenza da oltre mezzo secolo.
Questi limaçons (Xeropicta derbentina), a differenza delle lumache di nostra conoscenza, non si nutrono di germogli e vegetazione tenera ma si arrampicano su qualsiasi supporto verticale, piante comprese, per allontanarsi dal terreno surriscaldato dal sole estivo.
Purtroppo questi assembramenti sugli steli delle piante erbacee ne provocano l'arresto della crescita fino alla necrosi.

Oltre che ai giardini, le chiocciole bianche provocano seri danni a frutteti e vigne ma anche agli ovini che pascolano su terreni invasi dalle lumache perchè questi piccoli gasteropodi sono portatori di un parassita dei polmoni dei piccoli ruminanti.

Una sola perplessità: gli unici luoghi della Provenza dove non ho visto traccia di chiocciole bianche erano gli sterminati e preziosi campi di lavanda.
Quindi: o le lumache detestano il profumo delle lavande oppure...che sostanze vengono impiegate su quelle coltivazioni?


10 commenti:

  1. Risposte
    1. Oh...un commento del genere da te non me l'aspettavo proprio :-D
      Il tuo amore per le lumache sta forse svanendo?
      Ciao!

      Elimina
    2. sono arrivate anche in Friuli, ne abbiamo campi interi su steli secchi.... fatto foto ieri, non avevo mai visto niente di simile...

      Elimina
    3. Comincio a essere preoccupata anch'io...lo scorso week-end ne ho trovate parecchie a Pilzone, sul lago d'Iseo :-(

      Elimina
  2. occcavolo! speriamo che a nessuno venga in mente di portarsene qualcuna da noi per ricordo! abbiamo già dato con l'ailanto, il cotinus serotinus, lo scoiattolo grigio, il gambero rosso, la nutria, alghe varie e ne dimentico sicuramente qualche altro :-(( !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io comunque ho ispezionato ben bene la moto prima di rientrare in Italia :-D

      Elimina
  3. una o due passino... ma quell'invasione ... è insopportabile. Io voto per cucinarle !

    RispondiElimina
  4. ma parliamo di cose serie: secondo me detestano l'odore delle lavande.una scoperta Interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah...io temo invece che i campi di lavanda siano protetti da ben altro :-(
      Se non fosse che io detesto la lavanda, sia la pianta che il profumo, si potrebbe provare a circondare il giardiino con le lavande :-D

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!