giovedì 20 marzo 2014

Un giardino dentro un'aiuola

Dovunque io vada, non posso fare a meno di osservare il 'verde degli altri', che sia un parco immenso o un davanzale di città.
Mi piace vedere come ognuno interpreta il giardinaggio a modo suo ma in particolare mi attirano le piccole realizzazioni di chi riesce a trasformare in giardino una anonima superficie, sperimentando senza arrendersi e soprattutto incurante di qualsiasi nozione di progettazione.

A Desio, all'interno di un vecchio cortile in terra battuta, ho trovato una aiuola-giardino davvero particolare...     


Si tratta di una stretta striscia che affianca un lungo edificio e lo separa dalla zona destinata al posteggio delle auto.
In teoria niente di entusiasmante eppure c'è un intraprendente giardiniere che sta sperimentando quasi l'impossibile in questa terra arida e sassosa.


Non c'è uno schema preciso ma è evidente la volontà di coltivare  e una grande passione che portano ad accostamenti arditi.
Ecco perciò un rigoglioso e fioritissimo elleboro convivere felicemente accanto a un oleandro...


mentre un evonimo viene abbracciato da un cespuglio di erica...


A volte sono accostamenti strampalati come un rosmarino che cresce in mezzo alle conifere o una opuntia insieme a un pesco, eppure è difficile non rimanere affascinati da questo esuberante guazzabuglio vegetale.
Di certo un garden designer avrebbe parecchio da ridire su questa realizzazione, ma io ne apprezzo comunque la tenacia e la voglia di sperimentare.



C'è tutta la sensibilità di una mano (che penso sia femminile) che fa spuntare i teneri muscari da un letto di muschio


c'è perfino un rock-garden che, sono certa, con la bella stagione riprenderà vita con quelle piante messe al riparo durante i mesi freddi


e non manca neppure una piracanta allevata per così dire 'a spalliera' e ancora carica di bacche.


Insomma, ogni centimetro di questa fantasiosa aiuola è tutto da scoprire, tra piccoli alberi, piante perenni ed erbacee in un assortimento variegato e casuale.

Evviva il giardinaggio sfrenato!


4 commenti:

  1. e io che pensavo di essere una giardiniera incasinata ... bislacco e apprezzabilissimo ... ma qualcosa io la toglierei ... va beh il mondo è bello così. Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Laura, il mondo del giardinaggio è bello proprio quando ognuno lo interpreta a modo suo.
      Se io avessi un'aiuola così fuori da casa mia, mi si rizzerebbero i capelli in testa :-D
      Eppure non riuscivo a smettere di esplorarla, per scoprire ogni pianta nascosta
      Sicuramente da rivedere nei prossimi mesi!

      Elimina
  2. ohhh, i muscari hanno cominciato a fiorire anche qui al sud della Svezia. Il mio giardino in questo periodo è giallo e blu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto le foto nel tuo blog, sono bellissime!
      Crochi, scilla e muscari...che meraviglia!

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!