lunedì 17 febbraio 2014

Kokedama: i giardini sospesi a un filo

Da un po' di tempo sentivo parlare di kokedama e string-gardens ma non ero mai riuscita a vederne uno, se non in foto.


E' l'ultima moda in fatto di giardinaggio?
In realtà si tratta di un metodo giapponese di coltivazione piuttosto antico che risale addirittura al 1600.
In origine i kokedama erano i bonsai di chi non si poteva permettere l'acquisto di un vaso e lo sostituiva con una palla di fango rivestita di muschio.
Lo scorso sabato ho potuto assistere alla interessante realizzazione di alcuni kokedama presso la Steflor, il garden center di Paderno Dugnano.
Il materiale occorrente è in pratica lo stesso che viene utilizzato per i bonsai: ketotsuchi, akadama e muschio al posto del vaso.
Il ketotsuchi, che ha l'aspetto di un fango nero e paludoso, è uno specifico terriccio acido che viene amalgamato con l'akadama, un componente argilloso e drenante a ph neutro.


Con l'impasto ottenuto, si prepara una sorta di ciotola che viene richiusa attorno alle radici della pianta, in precedenza liberate dalla terra.

 
Nel caso delle orchidee le radici vanno invece avvolte dallo sfagno, prima di essere racchiuse anch'esse nell'impasto.
Ogni singola pianta che viene utilizzata per la composizione va perciò preparata in questo modo, ciascuna nel suo contenitore fangoso.
Uno strato di muschio poi riunisce e ricopre accuratamente i singoli elementi, formando una palla o meglio una 'perla di muschio' che è poi il significato della parola giapponese kokedama.


Con uno spago cerato si lega il muschio attorno alla composizione che così terminata si può appendere tramite un filo di nylon trasparente ma anche appoggiare ad un vassoio.


Viviana, l'esperta realizzatrice di questi kokedama, mi ha confermato che qualsiasi pianta può essere coltivata in questo modo.
Lei stessa ha creato delle suggestive composizioni aeree con piante molto diverse, dalle succulente alle carnivore, dalle orchidee alle erbacee. 
Se volete,  qui potete ammirare i kokedama di Viviana.

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!