giovedì 23 gennaio 2014

L'annuale raduno delle cornacchie grigie

Succede ogni anno, solitamente verso la fine dell'inverno.
All'improvviso sento un gracchiare più forte del solito, allora guardo dalla finestra e, sull'albero di fronte, vedo radunarsi un nutrito gruppo di cornacchie grigie...


Quest'anno la 'riunione' è avvenuta ieri mattina, piuttosto in anticipo e con un numero di 'partecipanti' inferiore, rispetto al solito.
Il raduno è sempre molto rumoroso perchè le cornacchie si installano sull'albero un po' alla spicciolata e ogni arrivo viene accolto da un coro gracchiante.


Di tanto in tanto qualcuna si allontana per poi ritornare, accompagnata sempre dalle voci sgraziate delle altre.
In ogni caso quell'albero è il loro punto di ritrovo.
Cosa facciano di preciso tutte quelle cornacchie io non lo so, ma rimangono li per qualche ora.
L'impressione è quella di una riunione per stabilire delle nuove gerarchie.
Ogni tanto qualche cornacchia che si trova sui rami più bassi prova a 'salire di grado' tra gli strepiti delle altre: a volte la risalita è accettata, altre volte invece la cornacchia deve tornare da dove è venuta, il tutto sempre accompagnato da un assordante gracchiare.
Ma questa è solo una mia personale interpretazione di quello che vedo...


Questi grossi uccelli si vedono comunemente ovunque, ma in genere qui attorno a casa mia se ne aggirano 4 o 5, tranne appunto una volta all'anno quando ne arrivano qui altri chissà da dove.
Le prima volta che mi è capitato di assistere a questo tipo di raduno ero rimasta un po' intimorita perchè quell'insolito assembramento mi aveva ricordato 'Gli uccelli', il famoso film di Alfred Hitchcock.
Ora invece so che si tratta di un appuntamento annuale, anche se decisamente rumoroso!



Ogni giorno vedo sempre qualche cornacchia aggirarsi sui tetti delle case attorno, spesso mi capita di vederne una che banchetta tra i cestini dei rifiuti organici ma ancora più di frequente le vedo passeggiare nei campi e perfino nelle strade.


Tempo fa un fotografo naturalista mi aveva raccontato che le cornacchie grigie esercitano una sorta di mobbing nei confronti di altri uccelli predatori, occupandone i luoghi di appostamento.
E in effetti su questo camino ogni mattina vedevo sempre una civetta ma, da quando una cornacchia ha preso l'abitudine di posarsi sopra, la civetta non è più arrivata.


Una primavera di qualche anno fa mi era capitato anche di assistere alla costruzione del nido delle cornacchie.
La foto è pessima lo so, ma si riesce a intravvedere la femmina che cova, protetta dal maschio che monta di sentinella.
Di certo le cornacchie grigie non suscitano tenerezza nei loro confronti, un po' per il loro aspetto che incute  timore, un po' per quel brutto gracchiare, ma fanno parte dell'ecosistema cittadino.


7 commenti:

  1. cara "cugina" di kijiji (qualunque cosa voglia dire) le cornacchie ... insomma .... ma apprezzo il tuo spirito di osservazione, che le rende più belle! :)) ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      In effetti sono in pochi ad aver apprezzato l'argomento di oggi, chissà perchè... :-D
      Ho visto il tuo badge, cara 'cugina', durante il fine settimana proverò a inserirlo anch'io
      ciao ciao

      Elimina
  2. perchè civetta contro cornacchia vince 10 a 0. Però loro ci sono, come le zecche e i topi. anzi fanno pure meno schifo, e sono comunque interessanti. fanno parte del creato, e del giardino. Come sono romantica, vero???

    RispondiElimina
  3. Anch'io sono simpatizzante delle cornacchie! Sono dei bellissimi volatili ;-)

    RispondiElimina
  4. Mega raduno di cornachie sugli alberi attorno al parco Iris di Padova in queste sere. Sono centinaia e forse più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà che spettacolo...e che gracchiare! :-D
      ciao!

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!