venerdì 13 dicembre 2013

L'albero di Natale vero, una scelta impegnativa

Quando arriva il momento di fare l'albero di Natale, la maggior parte di noi tira fuori dal ripostiglio l'albero finto.
Basta però andare anche al supermercato sotto casa e trovare in vendita graziosi pinetti veri a prezzi abbordabilissimi.
Naturalmente nei vivai e nei garden center l'offerta è molto più vasta, con prezzi proporzionati alle dimensioni delle piante


Insomma, sono belli, folti e profumati ma soprattutto sono...veri!
Prima di farci conquistare dall'atmosfera ecologico-natalizia però è meglio riflettere sull'acquisto


Innanzitutto, proprio perchè si tratta di una pianta vera, dobbiamo essere consapevoli che potrà stare all'interno delle nostre abitazioni solo per pochi giorni, una decina al massimo consigliano gli esperti, e che richiederà frequenti annaffiature e nebulizzazioni per poter sopravvivere agli ambienti riscaldati delle nostre case: sono piante di montagna, non dimentichiamolo!
Passato il Natale non si potrà portarlo bruscamente all'esterno, ma bisognerà acclimatarlo gradatamente collocandolo prima in ambienti luminosi e meno caldi, come può essere un vano delle scale o un ballatoio.
Ma che fine farà poi quest'albero?


Alcune catene della grande distribuzione li ritirano per destinarli al rimboschimento di aree verdi altre invece per trasformarli in fertilizzante o per la produzione di pannelli truciolari.
Anni fa qui in Brianza alcuni Comuni raccoglievano gli alberi di Natale per piantarli nelle aree verdi cittadine.
Ne beneficiava il verde pubblico ma tutto ciò aveva comunque un costo di manodopera per la piantumazione a carico delle amministrazioni comunali e di questi tempi non so in quante siano ancora disposte a farlo


Non pensiamo assolutamente di trasformarci in benefattori della comunità, provvedendo da soli a piantare l'albero in aree pubbliche!
Bisogna sempre contattare il Comune perchè in genere esiste un Regolamento per la tutela del verde pubblico che vieta danneggiamenti, distruzioni e raccolta di tutto ciò che fa parte del patrimonio vegetale comunale, ma ugualmente vieta anche la messa a dimora di piante sul suolo pubblico senza una specifica autorizzazione.

Se pensiamo invece di destinare l'albero al nostro giardino, prima dell'acquisto è indispensabile informarsi sulle dimensioni che la pianta raggiungerà, lentamente ma prima o poi raggiungerà


Per lo stesso motivo non ci si può illudere di tenere a lungo un abete o un pino dentro un piccolo vaso di plastica su un balcone.
Quindi se non siamo in grado di garantire un futuro al nostro albero di Natale vero, è meglio ripiegare su uno finto piuttosto che vedere dopo le feste quei tristi alberelli rinsecchiti o moribondi sui balconi di città, non credete?

2 commenti:

  1. Ho acquistato quattro anni fa un abete presso l'Esselunga di S.Fruttuoso, era alto circa 130 cm. e le radici avvolte in un sacco di iuta.
    Arrivata a casa l'ho sistemato in un vaso capiente di plastica con del buon terriccio leggero. L'ho posizionato, con sottovaso coperto di palline di argilla, davanti ad una porta finestra e lontano da fonti di calore. Tutte le mattine, come da consiglio letto su una rivista, bagnavo con acqua e caffe'. Vi posso assicurare che nei 28 gg. trascorsi in casa, non ha perso un ago. Al 7 di gennaio e' stato poi piantato, nel suo vaso, nel mio piccolo giardino, in posizione nord. Da allora e per tre anni e' stato recuperato all'8 di dicembre e rimesso all'aperto, interrato, al 7 di Gennaio.. Quest'anno dovro' pensare ad una sistemazione definitiva e lasciarlo finalmente in pace, perché ho notato, nel togliere il vaso da terra, che le radici erano fuoriuscite e si erano un poco diramate nel terreno. Il problema e' quello che dicevi tu, Luisella, non e' facile trovare in un piccolo giardino lo spazio che servira' nel futuro. Ora il mio pino e' alto circa 145 cm. e si merita, dopo onorato servizio di crescere tranquillo!
    Emy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emy per averci raccontato la tua esperienza.
      Eh sì, penso proprio che il tuo pino 'nomade' abbia bisogno ormai di una residenza stabile.
      Ciao!

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!