lunedì 2 dicembre 2013

Che soddisfazione il raccolto dei kiwi!

La scorsa settimana, prima del preannunciato arrivo del gelo, insieme a mio figlio ho raccolto i kiwi, uno degli ultimi lavori importanti rimasti da fare nel mio giardino


Il raccolto di quest'anno è stato soddisfacente, abbiamo riempito 4 belle cassette di kiwi che ci basteranno per tutto l'inverno, oltre a regalarne come d'abitudine a parenti e amici


Come al solito ce ne sono di grandi e di piccoli ma, mai come quest'anno, ne abbiamo trovati molti di dimensioni davvero notevoli!


Eppure la primavera insolitamente fredda e piovosa di quest'anno lasciava temere una produzione scarsa di frutti.
La fioritura come sempre si era presentata abbondante..


I fiori del kiwi (Actinidia chinensis) mi piacciono molto, sono grandi, con una semplice corolla formata da sei petali a circondare un folto gruppo di stami prominenti. 
Questi fiori non hanno nessun profumo ma pendono all'ingiù dai rami e perciò sono molto belli e decorativi se la pianta è allevata su un pergolato.
La mia preoccupazione derivava dal fatto che le piante di kiwi del mio giardino sono due femmine, la pianta maschio era morta solo un anno dopo l'impianto e da allora sono ben vent'anni che l'impollinazione avviene grazie agli insetti che trasportano il polline da altri kiwi, diffusi ormai ovunque qui in Brianza.



Ma se le giornate di primavera sono incessantemente piovose, il lavoro degli impollinatori si riduce drasticamente!
Durante i pochi giorni di sole comunque l'attività attorno ai fiori era davvero frenetica...


e se a giugno i rami si mostravano così, ancora colmi di fiori...



ai primi di luglio era ben evidente il risultato del prezioso lavoro degli insetti...
Una bella cascata di frutti dalla buccia verde e pelosa!


Durante l'estate i kiwi ingrossano rapidamente e la buccia si colora di marrone...


Questo aspetto rimane invariato fino alla raccolta che generalmente avviene tra la fine di novembre e i primi giorni di dicembre.
I kiwi non maturano sulla pianta, quando si raccolgono sono duri come sassi.
Li conservo per tutto l'inverno al fresco in garage, portandone in casa sempre un cestino alla volta a maturare.


E' importante però tenere d'occhio l'andamento climatico e raccoglierli prima dell'arrivo gelo che guasterebbe irrimediabilmente i frutti.
Le belle foglie dell'Actinidia sono molto grandi e, oltre a fornire ombra e frescura sotto il pergolato durante i mesi caldi, sono un'ottima protezione per i frutti che pendono al di sotto.
Grazie alle foglie infatti i kiwi rimangono riparati da eventuali grandinate estive che bucano letteralmente le foglie, lasciando però intatti i frutti. 
E sono sempre le foglie a proteggere i kiwi dalle prime temperature fredde ma, quando il termometro scende rapidamente diversi gradi sotto lo zero come è accaduto in questi giorni di fine novembre, le foglie ancora verdi sui rami seccano istantaneamente, accartocciandosi e lasciando i frutti allo scoperto.


Bisogna quindi tenersi informati sulle previsioni meteo per raccogliere in tempo i kiwi.
D'altra parte non è consigliabile nemmeno raccoglierli troppo presto perchè, più a lungo rimangono sulla pianta, migliore sarà il gusto dei frutti.

Per quanto riguarda la concimazione dell'Actinidia, a ottobre distribuisco sul terreno la cornunghia, zappettando un po' per farla penetrare meglio mentre a fine inverno spargo uno strato di stallatico sfarinato. Sono tutti concimi organici naturali a lenta cessione che migliorano e nutrono il terreno e di conseguenza le piante.

L'ultimo lavoro importante che mi rimane da fare sarà la potatura ma per questo dovrò aspettare gennaio, in genere entro la prima metà del mese.
L'Actinidia sarà in pieno riposo e potrò effettuare un drastico sfoltimento e accorciamento dei rami che ogni anno crescono in maniera impressionante.

3 commenti:

  1. ma scusa ... e l'indovinello precedente resta insoluto ?? non scherzare, presto o tardi facci sapere !! mi raccomando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahi, ahi Laura...tu non mi stai attenta! :-D
      Ho dato puntualmente la risposta domenica mattina.
      La trovi nell'aggiornamento in fondo al post 'Indovina la pianta'.
      Ciao! :-)

      Elimina
  2. vado subito. acc, mi è sfuggito

    RispondiElimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!