giovedì 21 novembre 2013

La Festa degli Alberi

Oggi, giovedì 21 Novembre, si celebra la Giornata Nazionale dell'Albero.
Non aspettatevi però da me un post dove vi racconto quanto sono importanti gli alberi, quanto sono belli, quanto sono utili...
Se mi guardo intorno vedo tanta indifferenza verso gli alberi e spesso anche molte crudeltà.
Avrei potuto fare un post con belle fotografie di alberi visti durante i miei viaggi, ma preferisco mostrarvi quello che purtroppo vedo quotidianamente intorno a me.
Tanto per cominciare, in ambiente cittadino ci sono alberi 'integrati' a forza nel contesto urbano...


Questo ad esempio è un albero maestoso che ha impiegato anche 80-90 anni per raggiungere queste dimensioni, ha resistito a lungo all'incuria e all'indifferenza, ha sopportato di avere di fianco a sè una strada asfaltata, un marciapiede lastricato che ha ricoperto il terreno dove affonda le sue radici, potature selvagge, muri e recinzioni che ne hanno scavato l'annoso tronco e perfino l'inserimento di fotocellule alla base...


Ma che problema fastidioso deve essere stato questo albero per progettisti e costruttori!

Anche quando si realizzano nuovi giardini però la progettazione è spesso fatta in maniera superficiale ed errata.
E così in spazi ridotti vengono piantati alberi senza tener conto del loro sviluppo in altezza e in larghezza.
La Magnolia grandiflora ad esempio è uno splendido albero sempreverde a forma di ampio cono che raggiunge i 10 metri di altezza e di ampiezza alla base. Va da sè che occorre uno spazio adeguato a queste dimensioni che inevitabilmente con il passare degli anni la pianta raggiunge.
E invece guardate come è stata ridotta questa Magnolia nell'assurdo tentativo di contenerne la crescita...
Ma non si poteva scegliere un altro albero?


e purtroppo non si tratta nemmeno di un caso isolato...


Gli alberi in città sono spesso considerati come elementi di disturbo: le foglie quando cadono sporcano, i rami si allungano e entrano in casa, oppure ombreggiano troppo...che fastidio!
La soluzione?
Capitozziamo la pianta e per qualche anno risparmiamo sulla manutenzione!


Ma che razza di 'giardinieri', se così si possono ancora definire, hanno avuto il coraggio di effettuare degli interventi così sconsiderati?
Potature e capitozzi di questo genere danneggiano profondamente gli alberi, minandone la salute e la stabilità, altro che risparmio sulla manutenzione!

Abbiamo sempre meno spazio da dedicare agli alberi e sempre meno tempo per occuparcene e chi dovrebbe avere la competenza per consigliarci spesso pensa solo al proprio guadagno immediato.

Devo aggiungere altro?

1 commento:

  1. Anche gli alberi ci sanno perdonare. Chissà fino a quando?

    RispondiElimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!