lunedì 11 novembre 2013

Giardinaggio e meteo: arriva il freddo!

Ieri ho passato la domenica in giardino per prepare le piante all'arrivo del freddo.
In realtà ora ho davvero poche piante che non tollerano le rigide temperature invernali e che quindi necessitano di protezione.
Fino a pochi anni fa invece non mi bastavano tre serre per riparare la mia collezione smisurata di Sedum e di Aeonium e il giardino sembrava popolato da fantasmi incappucciati!
Ora invece mi basta una sola serretta dove ricovero un paio di Sedum non rustici e un vaso di bulbose delicate.


Prima di metterle al riparo però ripulisco bene le piante dal secco e dallo sfiorito che possono creare muffe e marciumi.
Alle bulbose invece lascio che le foglie completino il loro ciclo vitale: ingialliranno e seccheranno durante l'inverno dopo aver rigenerato i bulbi.
Prima di riporre le piante in serra, ho distribuito sul terreno uno strato uniforme di stallatico sfarinato.
Si tratta di un concime organico a lenta cessione, lavorato e quindi assolutamente inodore, che non fornisce un nutrimento immediato alle piante.
Gli elementi nutritivi risulteranno invece disponibili alla ripresa vegetativa.
Lo stallatico è inoltre un ottimo ammendante che migliora la struttura del terreno, limitandone la compattazione.
Dopo aver sistemato le poche piante freddolose, ho dato una ripulita anche a tutte le altre piante che coltivo in vaso, distribuendo anche a queste generose palettate di stallatico.
Ora che i fiori cominciano a scarseggiare, ho raggruppato vicino alla porta della cucina, e quindi a portata di sguardo, alcune piante in vaso dalle foglie cromaticamente interessanti 


Vicino agli ultimi fiori dell'Erigeron karvinskianus ho messo un paio di vasi di Heuchera dalle belle foglie variopinte, le rosette verdescuro dei Sempervivum e un vaso di Holcus mollis dal fogliame quasi bianco e morbidissimo al tatto.
Con l'arrivo delle gelate sia l'Erigeron che le Heuchera perderanno quasi del tutto le foglie, che comunque rispunteranno in primavera, ma per ora mi godo questo bell'angolino.

Naturalmente in giardino c'è ancora molto da fare: le foglie da raccogliere, le bordure da ripulire, zappettare e concimare, i kiwi da raccogliere e poi ancora la siepe, le rose, le acidofile, il prato... 

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!