lunedì 2 settembre 2013

Il Giardino Botanico Alpino di Pietra Corva

Una domenica di agosto, mentre giravamo in moto sull'Appennino Ligure-Emiliano, ho notato le indicazioni per il Giardino botanico alpino di Pietra Corva, nel comune di Romagnese.
Non ne avevo mai sentito parlare e quindi ho convinto il marito a fare una deviazione dal percorso stabilito.


Lasciata la moto nella radura al termine della strada, abbiamo raggiunto a piedi il giardino, seguendo un percorso che si inoltra nel bosco alle pendici del Monte Pietra Corva.
L'ingresso è fiancheggiato da cespugli di Rododendro ferrugineo che, in epoca di fioritura, faranno sicuramente una bella accoglienza...


 Confesso di non amare particolarmente gli orti botanici, preferisco 'incontrare' casualmente piante e fiori nei loro habitat piuttosto che trovarli riuniti tutti insieme nello stesso luogo, diligentemente catalogati e provvisti di cartellino.
Non si può negare però l'importanza didattica di queste realizzazioni, la continua ricerca, ma soprattutto la finalità di conservazione e protezione della flora e della biodiversità locale.
Attualmente nel Giardino di Pietra Corva sono riunite circa 1200 specie.

Sono stati riprodotti gli stagni tipici dell'Appennino



ci sono settori che ospitano numerose piante delle Alpi, delle Dolomiti, del Gran Sasso e delle Alpi Apuane



e due sentieri che conducono attraverso una porzione di faggeta spontanea e il bosco misto


Il giardino però ospita anche collezioni di piante montane provenienti dai Pirenei, dalla catena delle Ande, dal Nord America e dall'Asia che, al primo colpo d'occhio possono apparire un po' fuori luogo ma che in effetti vivono in zone climatiche analoghe a quelle delle nostre Alpi e Appennini.
Ad esempio l'Anemone hupehensis, una delle poche piante fiorite in questo periodo tra quelle presenti nel giardino botanico, è originaria delle montagne della Cina.
Si tratta di un'erbacea perenne ormai diffusissima anche nei nostri giardini, conosciuta anche come Anemone japonica e che quindi tutti sono convinti che provenga dal Giappone.



Come rivela invece il suo nome, questo anemone è nativo dello Hupeh, una regione della Cina.
L'equivoco è nato dal fatto che è stato 'scoperto' nei giardini giapponesi, dove era introdotto da secoli.


 Il periodo migliore per visitare i giardini botanici è certamente da aprile a giugno, quando la maggior parte delle specie sono in piena fioritura, altrimenti bisogna proprio essere degli esperti botanici per poter apprezzare le diverse collezioni.
In ogni caso è stato comunque interessante per me girare tra i vari settori dove a ogni pianta viene riconosciuta la stessa importanza, che siano rare come la Fritillaria montana, esotiche, o sconosciute provenienti da lontano come questa Inula magnifica originaria del Caucaso


 o comuni piante di casa nostra come questa Paeonia officinalis ormai a seme


e dove ho potuto vedere alcuni fiori che altrimenti mi sarebbero stati del tutto sconosciuti come queste genziane (Gentiana septemfida) provenienti dall'Iran e dal Caucaso



oppure quest'altra genziana (Gentiana saponaria) originaria dell'Alaska e del Labrador


ma è bello vedere che in questi giardini botanici viene lasciata mano libera anche alla natura stessa.
Ed ecco che, al di fuori degli ambienti ricostruiti per ospitare le collezioni, compaiono qua e là anche piante nate spontaneamente e non cartellinate come questi ciclamini, trovati accanto a una panchina


o le belle Astrantia major che, incuranti di settori e catalogazioni, sbucano un po' ovunque tra le rocce delle aiuole

 

Se siete interessati ad una visita, vi suggerisco il periodo primaverile e intanto vi segnalo il sito dove potete trovare tutte le informazioni relative al Giardino Botanico Alpino di Pietra Corva.


2 commenti:

  1. Ciao, ho letto per caso il tuo articolo. Anche io ieri ci sono passata e volevo segnalarti che il nome del comune è Romagnese e non Rovagnese :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio moltissimo per la segnalazione e ho immediatamente corretto!
      E' stata proprio una svista perchè nell'altro post, quello dedicato ai Balconi fioriti, l'avevo scritto giusto.
      Ciao!

      Elimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!