mercoledì 10 luglio 2013

Fiori dalle Dolomiti - Parte seconda

Se il primo post sui Fiori dalle Dolomiti vi è piaciuto, oggi potete leggere la continuazione...

Nel Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina, nella zona compresa tra il Passo Stalle e il confine austriaco, ho trovato un prato punteggiato di genziane azzurre (Gentiana clusii)


Come vi ho già spiegato, sono tutte foto piuttosto casuali, scattate nei pochi attimi di sosta dei vari tour motociclistici.
Una volta a casa, mentre osservavo le foto, mi sono accorta che insieme alle genziane compariva anche una primula rosa che sinceramente non avevo proprio notato.
Ho isolato e ingrandito il particolare e ho identificato subito la Primula minima, con il suo fiore solitario dalle corolle rosa intenso e le caratteristiche foglie dentellate e lucide, disposte a rosetta basale.
Peccato non essermene accorta sul posto, l'avrei fotografata meglio e magari ne avrei cercato altri esemplari!


In montagna ci sono tantissimi fiori gialli che all'apparenza possono sembrare tutti uguali tra loro.
Invece bisogna sempre osservarli attentamente e scoprirne le differenze.
Questa, ad esempio, è una colonia di Potentilla aurea.
I fiori color giallo oro hanno un diametro di 2 cm e le foglie sono pentapartite 



Sempre nel Parco Naturale Vedrette ho visto parecchi cespugli di rododendri (Rhododendron ferrugineum) ma i fiori erano ancora in boccioli chiusi


Oltrepassato il confine austriaco, ci siamo diretti al Grossglockner a 2369 mt di altitudine, dove ho trovato le prime fioriture accanto alla neve.

La Gentiana verna


e la Tussilago farfara


Questi ultimi due fiori sono comunque molto comuni anche sulle nostre Dolomiti

Sulle nostre belle Alpi, durante una veloce sosta sui tornanti che scendono verso Cortina d'Ampezzo, ho trovato la Gymnadenia conopsea, una bella e profumata orchidea dai fiori rosacei.
Il labello ha un lungo sperone che mi fa capire che questa pianta attrae insetti dal lungo apparato boccale, come le farfalle che sono provviste di spiritromba



La Globularia cordifolia  è una pianta tappezzante che forma densi cuscini di rosette di foglie da cui si allungano gli steli con infiorescenze globose azzurre.
E' comunemente chiamata Vedovella celeste, chissà perchè...


Ancora fiori gialli, ma questa volta si tratta di Helianthemum nummularium, una Cistacea i cui fiori sono caratterizzati da un ciuffo di stami prominenti


mentre questa è l'Anthillis vulneraria, una Fabacea molto comune nei prati e nei luoghi sassosi


fiori gialli anche per il Lotus alpinus, chiamato anche Ginestrina, una Leguminosa molto diffusa, dal portamento prostrato


Petasites paradoxus è un'erbacea rizomatosa che colonizza canaloni e boschi umidi. E' riconoscibile dalle foglie che hanno la pagina inferiore tomentosa e bianca.
E' praticamente un'infestante ma guardate come diventa bella quando sfoggia i suoi pappi bianchi...


Il Lilium bulbiferum non passa mai inosservato con il suo fiore vistoso, color rosso/aranciato e rivolto verso l'alto.
I suoi lunghi steli oltrepassano le erbe dei prati dove vive questa bella Liliacea.
L'ho trovata un po' ovunque, dal Passo Gardena al Passo Pordoi.
Questi però li ho fotografati nella conca della Valle di Marebbe

Il nome riferito alla specie, ovvero bulbiferum che significa 'portatore di bulbi', indica i bulbilli che compaiono lungo lo stelo all'ascella delle foglie


Al Passo Gardena, a 2121 mt di altitudine, ho trovato la Primula farinosa con i piccoli fiori rosa dalla gola gialla, riuniti ad ombrella sullo stelo.
Il nome farinosa si riferisce ad una caratteristica 'farinosità' del calice



e la Pedicularis verticillata, una pianta erbacea comune sui monti: si tratta di una semiparassita, perchè sottrae i minerali alle radici delle altre piante vicino alle quali cresce.
In questo caso la pianta coinvolta potrebbe essere la Valeriana montana che si trova accanto


L'Horminum pyrenaicum è una Labiata che si trova facilmente nei campi e ha un'infiorescenza viola scuro che, da lontano, si può confondere con quella della Salvia pratensis


Concludo con una 'mancata fioritura'...


quella della Dactylorhiza maculata fuchsii, una Orchidacea di cui, presso il Lago di Misurina, ho trovato solo le foglie con lo stelo fiorale appena accennato...sarà per la prossima volta!

Vi siete persi la prima parte del reportage 'Fiori dalle Dolomiti'?
La trovate qua 

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!