venerdì 5 luglio 2013

Cartoline dalle Dolomiti e...oltre

Vacanza in montagna sì, ma non pensate ad un periodo di riposo con passeggiate rilassanti tra boschi  e malghe...
No, le mie vacanze, ovunque si vada, sono sempre in sella a una moto dal mattino alla sera.
Il vantaggio è che in pochi giorni si va praticamente ovunque, l'inconveniente è che, salvo per necessità strettamente fisiologiche, non ci si ferma mai.
Ho visto perciò luoghi spettacolari da mozzare il fiato ma che sono rimasti impressi solo nella mia mente e di cui non ho nemmeno una foto-ricordo.

Ecco quindi il mio consueto quanto incompleto reportage delle mie vacanze...

Ho cominciato a respirare aria di montagna dalla Val di Non dove ho visto coltivazioni di meli a perdita d'occhio.
Da lontano parevano filari di viti, poi ho scoperto che erano invece tutti meli delle varietà Golden e Red Delicious, allevati a spalliera



Avevamo la base in un albergo a San Vigilio di Marebbe, un tranquillo paesino della Val Badia a 1200 mt di altitudine, praticamente nel cuore delle Dolomiti dell'Alto Adige.
Le caratteristiche abitazioni sono letteralmente circondate dalla natura incontaminata, tra prati di erbe spontanee, boschi di conifere e vette maestose


Questo invece è il lago di Misurina


con i suoi anatroccoli


Ovunque si vada, le Dolomiti offrono sempre degli scenari naturali spettacolari



e anche i rifugi più sperduti sulle cime si rivelano all'interno caldi ed accoglienti



Una giornata l'abbiamo trascorsa in Austria.
Per raggiungerla abbiamo percorso il valico alpino del passo Stalle, su una strada stretta ma spettacolare in mezzo ad una foresta di conifere.
La destinazione era il Grossglockner, la montagna più alta dell'Austria, attraverso un percorso panoramico delle Alpi che termina al di sopra del ghiacciaio Pasterze.
In altre parole: freddo, neve e vento gelido...



Sempre in Austria, e a mio parere ancora più spettacolare, la strada che porta alla Edelweisspitze a 2571 mt di altitudine, affiancata da alti muraglioni di neve




Ma torniamo sulle nostre montagne che hanno un fascino ineguagliabile, non per niente le Dolomiti fanno parte del Patrimonio dell'Umanità Unesco, come anche il Parco Naturale Fanes Senes Braies, dove si trova incastonato come una gemma preziosa il Lago di Braies


Per chi l'avesse visto in TV, qui è stata ambientata la serie televisiva 'Un passo dal cielo' con Terence Hill nella parte di una guardia forestale


La casa di Terence Hill in realtà non è una casa ma una tettoia dove affittano le barche e questo è il pontile


Sulla sponda opposta c'è la chiesetta Marienkapelle


Non sto ad elencarvi tutti i passi, i valichi e le cime raggiunte, le Dolomiti le abbiamo girate in lungo e in largo anzi no, in alto e in basso.
Ovunque si andava però c'erano sempre ciclisti di ogni età, sesso e nazionalità: francamente non li invidiavo ma ne ho ammirato il coraggio e la forza fisica.

Vi mostro ora qualche foto dei passi che mi sono piaciuti di più.

Il Passo Giau a 2231 mt di altitudine è un vasto alpeggio da dove si possono ammirare le cime circostanti



e il Passo Gardena a 2157 mt  dove volavano tantissimi uccelli neri che credo siano i gracchi alpini





Naturalmente ho raccolto anche un bel bottino fotografico di fiori e piante che vi mostrerò nei prossimi giorni, se avrete voglia di tornare qua.


La seconda parte del reportage sulle Dolomiti la trovate nel post Appunti sparsi di viaggio

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!