mercoledì 22 maggio 2013

Nani da giardino, tra fiaba e kitsch

In questi giorni i nani da giardino hanno conquistato le prime pagine dei quotidiani britannici perchè, per la prima volta in 100 anni, sono stati ammessi al Chelsea Flower Show, il più importante evento floreale al mondo che ha aperto i battenti proprio ieri.


Le ferree leggi della Royal Horticultural Society infatti vietavano negli allestimenti l'utilizzo di 'creature mitiche vivacemente colorate' ma anche di palloncini, festoni e bandiere, ovvero di tutto ciò che potesse distrarre l'attenzione da piante e fiori.

Il divieto d'accesso degli gnomi al Chelsea Flower Show era però considerato da molti come un gesto di snobismo verso questi popolari decori da giardino, giudicati pacchiani e di cattivo gusto.
Ogni anno poi c'era sempre qualcuno travestito da gnomo che si presentava davanti all'ingresso della manifestazione in segno di protesta silenziosa e c'erano perfino degli espositori che riuscivano a nascondere qualche piccola statua negli allestimenti.



Quest'anno invece, in coincidenza con il centenario dell'evento, il Chelsea Flower Show espone ben 150 gnomi, decorati da celebrities britanniche, che saranno successivamente venduti all'asta. Il ricavato sarà utilizzato a sostegno della campagna per l'insegnamento del giardinaggio nelle scuole.

Ecco lo gnomo dipinto da Elton John con tanto di firma autografa sulla casacca rosa decorata da strass.


Il giardiniere e star televisiva David Domoney invece ha presentato al Chelsea Flower Show due gnomi molto particolari, ovvero le caricature di William e Kate, quest'ultima in evidente stato di gravidanza...

Photo Credit: CATERS

Nani da giardino: o si amano o si odiano...
Personalmente li detesto, però mi incuriosisce vedere l'utilizzo che ne viene fatto nei nostri giardini...e non solo!
Ho raccolto nel tempo una serie di foto e ve ne mostro qualcuna...

Nanetti con Biancaneve ancora più nana di loro, a riempire un'aiuola


Strane creature simil-disneyane di fianco al cancello d'entrata



Le cinque foto successive provengono dallo stesso giardino...un appassionato collezionista, direi!




I personaggi delle fiabe spuntano dove non te li aspetteresti mai, ovvero sulla veranda di uno studio dentistico



Quando si amano i nanetti, non serve un giardino, basta la fioriera di un balcone



I più simpatici però li ho trovati a Ravascletto, una località montana della Carnia, in provincia di Udine: sono gli ecologici nanetti fai-da-te



Su, confessatelo, avete anche voi qualche nanetto in giardino?

2 commenti:

  1. IO IO IO....mi piacciono ! non tutti però e non messi ovunque, devono rimanere un pò mascherati dalle foglie, o come se passassero lì per caso o fossero i custodi del giardino. E poi non mi piacciono tutti, devono essere un pò carini :-) Ne ho uno per esempio appeso ad un albero a testa in giù , non perchè stia cadendo ma perchè fa degli esercizi. W i nanetti

    RispondiElimina
  2. Caspita, un nano appeso all'albero non l'ho mai visto!
    Ma dove le trovi queste chicche? :-D

    RispondiElimina

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!