domenica 3 marzo 2013

Ellebori in giardino

La scorsa settimana eravamo ancora alle prese con la neve e oggi invece sembra già di essere in primavera.

Prendersi cura di un giardino, si sa, richiede tempo e fatica ma in questi ultimi anni mi sono fatta furba e, poco alla volta, ho sostituito le piante capricciose e rognose con altre che danno ottimi risultati con un minimo impegno.

E' stata perciò una bella soddisfazione uscire oggi nel mio giardino e, dopo un inverno lungo e particolarmente nevoso, trovare angoli lussureggianti come questo...



Helleborus foetidus

...e perdipiù ottenuti senza il minimo sforzo!

Ecco, gli ellebori sono secondo me le piante ideali per il giardiniere pigro.
Essendo piante tipiche del sottobosco però, non possono ambientarsi ovunque.
Si trovano bene in zone semiombrose, con terreno umido ma ben drenato.
Gli Helleborus foetidus delle foto sopra, ad esempio, sono ai piedi di una pianta di alloro, con la luce del sole filtrata da una siepe di melograni nani.
In pratica, prima del loro impianto, questo angolo del mio giardino era sempre coperto da muschio e l'erba cresceva stentata.
Con questi ellebori ho creato una macchia sempreverde dal fogliame gradevole che mi regala una spettacolare fioritura color giada proprio in inverno.
Questa pianta ha un ulteriore pregio: si riproduce spontaneamente da seme, dando vita ad una miriade di nuove piantine che, quando sono diventate alte almeno una spanna, all'occorrenza si possono anche trapiantare. 
  
   


 

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!