giovedì 14 marzo 2013

Cavoli in giardino...purchè ornamentali!

Non ho mai avuto simpatia per quei cavoli ornamentali che durante la stagione invernale vengono  utilizzati nelle aiuole cittadine.
Non so, saranno le sfumature violacee oppure il modo in cui vengono arrangiati, perlopiù in composizioni geometriche e troppo ordinate.
Ma, lo dico sempre a chi mi chiede consigli in materia di giardinaggio, guardarsi attorno e imparare! 
Imparare dalle aiuole pubbliche????
Certo, perchè no?
E' stato proprio osservando gli allestimenti invernali del verde cittadino che ho potuto verificare la rusticità del cavolo ornamentale (Brassica oleracea).
Quei cavoli, che tanto detestavo, passavano però  indenni attraverso il gelo, le nevicate e, diciamolo pure, l'incuria a cui sono destinate le aiuole in città.
Poteva perciò essere la pianta adatta da inserire in inverno nel mio giardino a zero manutenzione.
Ho scoperto così che in commercio se ne trovano parecchie varietà, anche molto particolari e attraenti e perciò da qualche anno i cavoli sono diventati i protagonisti del giardino!
 
Ecco le foto delle diverse varietà che ho comprato negli ultimi anni, tutti trovati senza problemi nei garden center della zona e perfino all'Esselunga.


 


 In genere li utilizzo a gruppi per composizioni in ciotole rotonde o in cassette da 40 cm, scegliendoli sempre tra quelli a foglia bianca, ma ho provato anche ad inserirli tra gli ellebori.






In pratica i cavoli sono diventati le mie 'stagionali' d'inverno, come le Impatiens lo sono per la stagione estiva, ovvero sono quelle piante che, a poco prezzo, fanno la loro bella figura ornamentale e poi, al termine della   stagione, elimino senza tanti rimpianti.

Poichè questo post sta diventando piuttosto lungo, se volete saperne di più sui cavoli ornamentali, domani continuerò l'argomento.
Vi aspetto! 



Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento?
Sarò felice di leggerlo e di risponderti!